In Schoolmate.it utilizziamo i cookie per migliorare l'esperienza utente. Proseguendo nella navigazione, presti il consenso all'utilizzo dei cookie.

Accetto       Maggiori informazioni


Racconto solo ora ma ci stiamo lavorando da un po'.
Siamo partiti giocando con lo specchio, osservando dentro lo specchio mani, oggetti e immagini, cercando di evidenziare cosa cambiava e cosa rimaneva uguale.

 

Poi, con una superficie riflettente più grande i bambini si sono osservati mentre camminavano: con questa esperienza è stato più facile parlare di "distanza".

Il gioco dello specchio fatto a coppie e l'uso di uno spago per far corrispondere le diverse parti del corpo sul compagno/specchio hanno concluso una prima parte del lavoro.

Forando un cartoncino doppio e facendo passare un filo la corrispondenza dei punti è apparsa più evidente, o meglio sono apparse anche altre osservazioni. Esprimre che le linee ottenute erano parallele non è stato semplice; i bambini hanno visto l'asse di simmetria a metà tra due punti ma hanno faticato a cogliere la perpendicolarità: alla fine, dopo ipotesi e conversazioni, comunque ci siamo arrivati.Il verso opposto, che era già emerso durante i giochi,  è stato invece evidenzito con impronte di colore su un foglio piegato.

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

f t g

Login

Traduci ...

Italian English French German Russian Spanish